Contro il “mercato delle vacche” bisogna “picconare” il sistema con una riforma istituzionale

Da Il Giornale

Il mercato delle vacche nel nostro parlamento non è sicuramente una cosa di cui stupirsi. Fin dagli albori della Repubblica è sempre esistito e sempre esisterò, almeno finchè le nostre istituzioni non cambieranno in maniera radicale. Il parlamentarismo ed il bicameralismo italiano, unito ad una legge elettorale puramente proporzionale, porta ad avere il sempreverde Mastella come arbitro delle sorti del governo italiano. No surprise. L’unico modo per superare questa serie di bassezze politiche e compravendite stile “suk” è quello di una riforma istituzionale che in primis dia maggiori poteri al primo ministro, che ora come ora conta pochissimo e se paragonato agli omologhi europei conta ancora di meno. Poi serve il monocameralismo, vero e non quello che aveva in mente Renzi con la riforma bocciata nel 2016. Terzo pilastro è poi un sistema elettorale maggioritario e direi, alla fine, una riforma della giustizia per evitare tutte le commistioni tossiche tra politica e giustizia che abbiamo visto in questi ultimi anni. Insomma, servirebbe svoltare il paese come un calzino ma effettivamente suonano un po’ come le famose “prediche inutili” del grande Luigi Einaudi.

 

Seguimi anche su: 

Glocal Podcast   Canale Telegram   Pagina Facebook Mirko Giordani    Sito mirkogiordani.net    Instagram    Twitter

Per idee e spunti, contattami direttamente su mirkoglocal@gmail.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...